Fior di Zucchero

Questo è un post che chi non ha mai vissuto all’estero non capirà. Questo è un post che tante persone che vivono all’estero non capiranno. Questo è un post che forse attirerà degli insulti, ma abbiate pietà e non giudicate.

L’origine del misfatto risale ad un periodo non troppo lontano, in cui vivevo con Cristina a Bolzano e ci cibavamo esclusivamente di una serie di cose noiose. La nostra dieta abituale, basata su zucchine, toast, spinaci surgelati, ceci in scatola e formaggino Milky del Despar, era interrotta di tanto in tanto dall’avvento di beni di lusso come i pomodori secchi e i carciofini sott’olio. Che essendo appunto beni di lusso, venivano celebrati con gioia. Specie in quell’orrendo periodo in cui raccontavamo tristemente di essere sotto tesi.

Ecco, io di quelle cene in cui comparivano pomodori secchi e carciofini sott’olio serbo uno splendido ricordo. E i ricordi sono importanti, ça va sans dire. Specie quando siamo fragili. Immaginate quindi non aver dormito bene la notte e di esservi svegliati alle otto meno dieci grazie alle martellate di vicini di casa che hanno verosimilmente deciso di trasformare il loro salotto in una pinacoteca:  l’apparizione del volantino del LIDL che annuncia sconti su pomodori secchi e carciofini sott’olio non vi sembrerebbe un segno del destino che dice “Ma chissenefrega della nazionalità e dell’orientamento politico del signor LIDL, spendi venti euro in scorte di verdure sott’olio e pomodori secchi?”

Riformulo la domanda: stiamo parlando di una che una volta spese 4 euro e 50 al mercato di Liége per comprare un pacco di Macine del Mulino Bianco. Mai mangiate Macine a colazione dopo i cinque anni. Era forse la quarta volta nella vita in cui mangiavo Macine. Ma ho letto Proust a sedici anni e questo mi ha inculcato il profondo concetto della pétite madéleine. Macine uguale infanzia. Ciao proprio! Pensate cosa possano fare sulla mia psiche dei pomodori secchi in Germania a un euro e quarantanove.

Madeleines_de_Commercy

La colpa è tua (l’immagine è di Wiki, non avevo proprio sbatty)

Senza remora alcuna, quindi, mi sono diretta con gioia verso il LIDL più vicino. A questo punto, direi che serve un’ulteriore spiegazione per tutti coloro che non vivono in terra teutonica. Ebbene, nonostante la Lega continui a sostenere il contrario, io sono fermamente convinta del fatto che i Tedeschi, nel segreto dei loro cuori, ci amino. Un po’ per l’effetto pétite madéleine della Riviera Romagnola o del Gardasee. Un po’ boh, perché in fondo anche prenderci in giro è un gesto d’ammore. Ecco, in virtù di tutto ciò, non mi stupisco quando il signor LIDL dedica settimane di offerte ai Paesi sull’orlo della banca rotta.

Da lunedì prossimo inizia quella per la Grecia, in questi giorni c’è Italiamo. Italiamo vuol dire pomodori secchi in offerta. Ma non solo. Vuol dire anche mozzarella di bufala campana (che però è fatta a Latina) in offerta. Da più di un anno, i miei non comprano mozzarella di bufala in virtù dell’affaire Terra dei Fuochi. Non mangio mozzarella di bufala da più di un anno. Potevo forse lasciare lì quella confezione wannabe di lusso, che era così bella accanto ai barattolini pieni di verdurine tenere e di olio? Eh no, non potevo.

Quindi va beh, mi avvio alla cassa superando stoicamente le bruschettine e i cantuccini, quando compare davanti ai miei occhi qualcosa che non sarebbe dovuto mai comparire: i Fior di Zucchero. Al secolo, delle tristi imitazioni dei Galletti con un disegno di tazze di caffé invece che di un galletto. Ma ecco, gli ingredienti sono quelli (sì sì, so a memoria gli ingredienti dei galletti, e quindi?). Mi sembrava di sentire i dialoghi tra Rosita e Banderas. Il cuoricino faceva balzi e mi diceva “fregatene del cervello talebano che dice che è un surrogato made in Germany”. Miei.

Poi stavo valutando l’ipotesi di investire dei soldi in vino, ma per fortuna, all’ultimo secondo, ho notato che aveva il tappo di plastica e l’etichetta “Vero CIANTI“. Quindi almeno quello l’ho lasciato giù. Ma siccome ora ho paura che i cassieri facciano commenti su ciò che compro, ho fatto una corsa per raccattare patate e quark, e ho pagato sentendomi fiera e multi-kulti.

Ora vado all’angolo a vergognarmi. Espierò i miei peccati leggendo notizie di politica interna. Adieu!

 

Annunci

Have your say =)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...